1 pensiero su “Auguri di buone feste

  1. teo

    cari compagni….buona anno nuovo…però che gli auguri il prossimo anno siano in forma più laica…un partito di sinistra ha dei propri riferimenti culturali anche a proposito di fede religiosa cattolica…che rispettiamo nella sua rappresentazione…ma una partito come il nostro non può permettersi di lisciare il pelo a una fede religiosa…perde il proprio tracciato culturale…vorrei ricordare lo scambio epistolare tra il segretario del pci enrico berlinguer e monsignor bettazzi (vescovo di ivrea)….bettazzi scrisse nel 1976 e quindi aprì un dialogo a berlingueur a proposito di ateistmo (visto che in quel periodo una grande fetta di elettorato cattolico votava pci) e chiese esplicitamente quale fosse la posizione del partito su questo tema e lo chiedeva da uomo di fede….berlinguer rispose dopo 14 mesi con un articolo su “rinascita” con uno scritto che vi inviterei a leggere o rileggere vista che la questione religiosa o detta cattolica è ancora più che mai presente vista poi la presenza di questo papa……………la formazione del nuovo partito chiamato partito democratico…. fa riferimento a un proprio statuto….e se il pd esplicita una visione laica che mantiene in sè elementi che filosificamente immanente e come tale contiene l’insieme di una attenzione alla religione e perciò anche inclusiva di una visione atea…..e il tutto in politica si traduce con una visione laica della società come fa riferimento la costituzione repubblicana……per non dilungarci….anche nelle piccole cose come degli auguri si può intravvedere o travisare un messaggio e se è inviato da un partito che ha una propria connotazione…la presentazione grafica degli auguri per me è sbagliata e concepita male…facevo riferimento a berlinguer che rispondeva a bettazzi………………oggi assistiamo a un partito come la lega ex nord il cui segretario porta in giro crocefissi e rosari…e i loro iscritti esaltano queste raffigurazioni (un esempio locale: appena vinto il comune la giunta leghista ha messo il crocefisso nell’aula consiliare e non il quadro del presidente della repubblica) che mi sembra si lascino passare come espressione gogliardiche….si dice sempre che i problemi sono altri…..però culturalmente in nome di una stato laico è un argomento politico che andrebbe tenuto più in considerazione…..non c’è solo l’economia….ci deve essere una politica che dica la sua su argomenti che fanno riferimento al tessuto di una società proclamando la propria opinione….e la questione della laicità dello stato andrebbe richiamata all’odg….almeno culturalmente……..e l’anno prossimo volete mettere ancora il bue e l’asinello…invece di mettere “il bambino”…mettete almeno “una bambina”…..tanto per cambiare……………ciao teo
    ps. cosa ne dite di ripensare il sito e renderlo più attivo tra gli iscritti e interattivo per chi lo vuole leggere…..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.