Il PD cremasco si stringe attorno a Stefania Bonaldi

Il Partito Democratico cremasco esprime la propria solidarietà al sindaco di Crema Stefania Bonaldi, vittima di spregevoli attacchi sui social network a seguito della vicenda del bus dirottato con a bordo alunni e personale della scuola Vailati. Cinzia Fontana, coordinatrice del PD locale, ha voluto (in una nota diffusa alla stampa) ribadire fortemente la vicinanza di tutta la comunità democratica. Ecco il comunicato integrale:

Esprimiamo tutto il nostro sostegno e la nostra solidarietà alla sindaca di Crema Stefania Bonaldi, finita nel mirino dell’odio social con una campagna violenta, disgustosa e vigliacca. Insulti, falsità, calunnie, volgarità: solo a questo infimo livello sanno collocarsi gli ignobili incapaci di sostenere qualsiasi ragionamento di merito e qualsiasi discussione a viso aperto. Tutto il Partito Democratico cremasco si stringe attorno a Stefania e non saranno certo queste miserie a coprire le doti di serietà, fermezza, intelligenza, umanità e delicatezza con cui è riuscita a gestire queste giornate complicate e difficili per tutti. Ma quelle offese colpiscono non solo la nostra Sindaca. Colpiscono anche una città – la città di Crema – che ha reagito con dignità, compostezza e senso di responsabilità ad una situazione particolarmente critica. L’equilibrio, i modi e i toni adeguati sono quelli che hanno fatto la differenza. Ed è questo che conta per seminare un futuro giusto dove l’odio non prevarrà. Tutto il resto è solo rumore di vigliacchi, che non scalfirà minimamente la forza di un Sindaco e di una comunità che hanno saputo far emergere sentimenti di vicinanza, sostegno e calore umano.

Obiettivo carbone zero, Piloni (PD): “Uno studio per l’autosufficienza energetica”

Ora più che mai, soprattutto dopo la giornata di mobilitazione per l’ambiente del 15 marzo e alla luce delle preoccupazioni di molti agricoltori in merito agli allarmanti segnali atmosferici che stiamo vivendo dallo scorso novembre, sarebbe opportuno mettere in campo azioni mirate per disincentivare l’utilizzo delle fonti fossili inquinanti in agricoltura, avviando anche delle fasi sperimentali in territori specifici. “Obiettivo carbon zero. Un progetto per le Terre di Mezzo”: così si chiama lo studio realizzato nella precedente legislatura e ripreso dal consigliere regionale PD Matteo Piloni che lo ha sottoposto per la seconda volta, a un anno dal suo insediamento, all’attenzione dell’assessore all’ambiente di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo. Questo studio approfondisce, in particolare, lo sviluppo del territorio soresinese in Provincia di Cremona, con progetti particolari per ciascuno dei 22 comuni di quella zona.

“Lo studio, realizzato da professionisti esperti in materia di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile – spiega il consigliere Piloni – vuole dimostrare che, partendo dal nostro territorio, si può arrivare in futuro a non utilizzare le fonti fossili inquinanti e ottenere l’autosufficienza energetica, riducendo drasticamente l’inquinamento atmosferico. Mi auguro che questa volta l’assessore prenda in maggiore considerazione il mio invito e organizzi una presentazione dello studio, coinvolgendo i sindaci dei comuni interessati insieme ai portatori d’interesse – conclude il consigliere dem – con l’obiettivo di mettere in campo azioni concrete, partendo da un piccolo territorio e avviando così una fase sperimentale che potrebbe essere poi replicata in altri territori”.

Ecco il link al progetto studiato dal Partito Democratico: Obiettivo carbon zero

Appello: il 21 marzo esponiamo le bandiere dell’Europa a balconi e finestre delle nostre case

Appendere ai balconi e alle finestre delle città italiane tante bandiere dell’Unione Europea in occasione del primo giorno di primavera, giovedì 21 marzo. L’idea è partita in sordina dopo l’appello di Romano Prodi, ma poi è decollata ed ha raccolto il consenso di associazioni laiche e cattoliche, di numerosi sindaci del centrosinistra e anche del centrodestra. Ora anche il Partito Democratico si mobilita ufficialmente per questa iniziativa.

Come proposto dal segretario Nicola Zingaretti, durante il suo intervento in assemblea nazionale, le federazioni provinciali e i circoli PD sul territorio sono invitati ad esporre nelle proprie sedi la bandiera d’Europa e di invitare la popolazione a fare altrettanto, promuovendo anche piccole iniziative di mobilitazione. A livello locale, presso la sede di Crema (Via Bacchetta 2), saranno disponibili delle bandiere per chiunque volesse partecipare a questa iniziativa.

Elezioni europee: venerdì 22 marzo incontro con Brando Benifei (europarlamentare PD) a Rivolta d’Adda

In vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio il circolo PD di Rivolta d’Adda ha organizzato un incontro pubblico che si svolgerà venerdì 22 marzo nella Sala Papa Giovanni XXIII in Via Stefano Renzi. All’incontro parteciperà l’europarlamentare Brando Benifei per parlare delle politiche comunitarie su lavoro, giovani e diritti sociali.

Ecco la locandina dell’iniziativa:

Primarie PD: i risultati a Crema e nel Cremasco

Ancora una volta il popolo democratico ha risposto in maniera straordinaria all’appello al voto per le primarie di domenica 3 marzo. In totale sono stati 2832 i votanti che hanno partecipato all’elezione del segretario e dell’assemblea nazionale del Partito Democratico a Crema e nel Cremasco.

A livello territoriale il candidato più votato, come a livello nazionale e provinciale, è stato Nicola Zingaretti che con 1770 voti ha ottenuto il 62,8% delle preferenze. Seguono Maurizio Martina con 779 voti (27,6 %) e Roberto Giachetti con 271 voti (9,6 %). Le schede bianche o nulle sono state 12. Ecco, nel dettaglio, i risultati delle primarie: RISULTATI Primarie 2019 – PD Cremasco