Archivi tag: vinicio peluffo

Rimpasto nella giunta regionale: Fontana commissariato

La Lombardia sarà guidata da una nuova giunta regionale e a prendere le decisioni non è stato il governatore Attilio Fontana, ma il suo capo politico Matteo Salvini. Una squadra in cui fa il suo ingresso l’ex sindaca di Milano ed ex ministra all’Istruzione Letizia Moratti come vicepresidente e assessore al welfare. L’ex assessore alla sanità Giulio Gallera rimane fuori. Dopo dieci mesi di gestione inefficiente della pandemia da parte della Regione più grande d’Italia rimangono le briciole: un presidente afono, commissariato, che si fa dettare la lista degli assessori da fuori e che non può nemmeno difendere il suo operato.

“Non è neanche un rimpasto – commenta il segretario regionale PD Vinicio Peluffo – è solo un goffo tentativo di nascondere i disastri di questi mesi. Ad essere stanchi, di Fontana e di Gallera, sono i lombardi. Il presidente Fontana appare come un uomo solo, sconfessato e commissariato dal suo leader e dalla presenza ingombrante della sua vice. Tutto questo forse non sarebbe successo se il governatore e la sua maggioranza a trazione leghista avessero cambiato rotta dieci mesi fa, quando glielo chiedevamo con forza di fronte al disastro nelle RSA, della medicina territoriale, del mancato tracciamento e prevenzione. Oggi, forse, lo scenario sarebbe diverso e la Lombardia si sarebbe evitata tanti dei problemi esplosi durante la gestione della crisi pandemia. Questo rimpasto è tardivo e non riuscirà a ridare smalto a una giunta regionale in grandissima difficoltà in cui cambiano alcuni nomi, tutti catapultati da fuori, ma vengono stravolte deleghe e assetti sulle partite strategiche, a partire dalla sanità e dall’assistenza sociale ma anche dello sviluppo economico, dell’istruzione e della casa. Siamo al crepuscolo di una giunta regionale che non ha saputo correggere i suoi stessi errori”.

Il consigliere regionale Matteo Piloni aggiunge: “Si tratta di un rimpasto tardivo che non riuscirà a risollevare le sorti di una giunta regionale in grandissima difficoltà in cui cambiano alcuni nomi, tutti catapultati da fuori, e vengono stravolte deleghe e assetti sulle partite strategiche, a partire dalla sanità e dall’assistenza, ma anche dello sviluppo economico, dell’istruzione e della casa. Siamo ormai al crepuscolo di una giunta regionale che non ha saputo correggere i suoi stessi errori. E ancora una volta la Provincia di Cremona è rimasta scoperta, senza nessun rappresentante al governo della Regione. Poteva essere questa l’occasione per esprimere finalmente quei territori, come Cremona, che in questi tre anni non sono stati rappresentati, mentre altri, come per esempio Lodi, ne hanno anche due”.

In Lombardia è ora di cambiare! Sabato 25 e domenica 26 luglio mobilitazione PD sul tema della sanità

Il Partito Democratico lombardo ha organizzato una grande mobilitazione, su tutto il territorio regionale, in cui aprire un confronto con i cittadini sul tema della sanità, dopo le gravi mancanze di Regione Lombardia emerse durante i mesi più bui dell’emergenza CoViD-19. L’iniziativa è riassunta dal titolo: “In Lombardia non è andato tutto bene, è ora di cambiare”. Il confronto con i cittadini avverrà attraverso manifesti e volantini sui quali è presente un QRcode che, se fotografato con la fotocamera del cellulare, permetterà di partecipare alla consultazione online.

Nel territorio cremasco saranno organizzati tre presidi nel fine settimana: nella mattinata di sabato 25 luglio a Crema (dalle ore 9,00 alle 11,00 in Via XX Settembre – angolo Piazza Giovanni XXIII), mentre domenica 26 luglio a Soncino (dalle ore 9,00 alle 12,00 in Piazza Garibaldi) e Vaiano Cremasco (dalle ore 8,30 alle 12,00 in Piazza Gloriosi Caduti). Al banchetto informativo di Crema saranno presenti anche il consigliere regionale Matteo Piloni e il segretario regionale PD Vinicio Peluffo.

I risultati dei congressi locali nel territorio cremasco: per la segreteria regionale vince nettamente Vinicio Peluffo. Vittore Soldo nuovo segretario provinciale

Sono stati 373 i votanti che hanno partecipato alle 14 assemblee di circolo organizzate nel territorio cremasco domenica 18 novembre per il congresso locale del Partito Democratico. In palio l’elezione del segretario regionale e provinciale, oltre al rinnovo di coordinatori e direttivi di ogni circolo. Per quanto riguarda il congresso regionale ha vinto ampiamente Vinicio Peluffo, che con 313 preferenze totali ha superato l’85% dei voti validi. Un plebiscito che ha coinvolto anche il candidato unitario alla segreteria provinciale Vittore Soldo, che nel Cremasco ha raccolto il 95,8% dei consensi.

Omar Bragonzi, coordinatore circondariale del PD Cremasco, ha così commentato l’esito dei congressi sul territorio: “Buona affluenza, quella odierna, alla fase congressuale territoriale che ha visto coinvolti tutti i circoli del Cremasco. Una dimostrazione della vivacità che ancora affiora nel nostro Partito, anche in un momento politicamente difficile come quello che in cui stiamo vivendo. L’esito della giornata, oltre alla discussione in ciascun circolo sulla fase politica attuale a livello nazionale, ci porta in dote un nuovo segretario provinciale (Vittore Soldo) ed una schiacciante affermazione di Vinicio Peluffo a segretario regionale lombardo. Sono sicuro che Vittore, che è anche un caro amico, saprà essere all’altezza del ruolo data l’intelligenza dimostrata negli anni di impegno politico, ma soprattutto per la sua capacità di unire e fare squadra. Certo non sarà semplice sostituire Matteo Piloni ma il Cremasco saprà sicuramente aiutare il segretario eletto in questa nuova esperienza. Per quanto riguarda Vinicio Peluffo, la schiacciante vittoria nel nostro territorio deve essere considerata come il miglior augurio di buon lavoro, certi che sappia interpretare al meglio i reali bisogni del Sud Lombardia, spesso poco tenuto in considerazione a livello centrale nella nostra Regione”.

Ecco i risultati del voto:

   VOTO Regionale    VOTO Provinciale
Assemblee di Circolo Votanti PELUFFO % COMINCINI % Validi B/N SOLDO % B/N Totali
BAGNOLO CREMASCO 24 24 100,0% 0 0,0% 24 0   22 100,0% 0 22
CAPRALBA 21 19 95,0% 1 5,0% 20 1   20 95,2% 1 21
CREMA CITTA’ 62 52 88,1% 7 11,9% 59 3   54 96,4% 2 56
MONTODINE 17 12 70,6% 5 29,4% 17 0   16 100,0% 0 16
OFFANENGO 14 11 78,6% 3 21,4% 14 0   14 100,0% 0 14
PANDINO 19 17 89,5% 2 10,5% 19 0   18 94,7% 1 19
PIANENGO 52 40 76,9% 12 23,1% 52 0   25 96,2% 1 26
RIVOLTA D’ADDA 32 20 62,5% 12 37,5% 32 0   27 90,0% 3 30
ROMANENGO 22 21 95,5% 1 4,5% 22 0   21 100,0% 0 21
SERGNANO 19 13 72,2% 5 27,8% 18 1   18 94,7% 1 19
SONCINO 28 22 88,0% 3 12,0% 25 3   25 89,3% 3 28
SPINO D’ADDA 22 22 100,0% 0 0,0% 22 0   19 100,0% 0 19
VAIANO CREMASCO 23 22 95,7% 1 4,3% 23 0   21 91,3% 2 23
VAILATE 18 18 100,0% 0 0,0% 18 0   17 100,0% 0 17
                       
Totale 373 313 85,8% 52 14,2% 365 8   317 95,8% 14 331