Archivi tag: pd

Primarie PD: ecco le liste dei candidati all’Assemblea nazionale

Domenica 3 marzo si terranno, in tutta Italia, le elezioni primarie per la nomina del segretario e dell’assemblea nazionale del Partito Democratico. In ogni provincia, a sostegno dei vari candidati alla segreteria, sono state presentate anche le liste dei candidati locali che andranno a comporre l’assemblea nazionale PD. In Provincia di Cremona saranno 6 i delegati da eleggere per il parlamentino dem. L’elezione avverrà con criteri proporzionali, a seconda della percentuale di voti ottenuti dai candidati alla segreteria nazionale collegati alle liste.

Ecco le liste dei candidati all’assemblea nazionale presentate in Provincia di Cremona:

Mozione Giachetti

  • Tirelli Alberto
  • Nolli Cinzia

Mozione Martina

  • Bergamaschi Fabio
  • Barcellari Fabiola
  • Piloni Matteo
  • Mussi Maria Silvia
  • Cantoni Andrea
  • Gritti Valentina

Mozione Zingaretti

  • Canale Santo
  • Bonaldi Stefania
  • Burgazzi Luca
  • Savazzi Greta
  • Mainardi Nicolò
  • Bandera Anna

Primarie PD: pre-registrazione per minorenni, cittadini stranieri, lavoratori e studenti fuori sede

Alle primarie del Partito Democratico potranno partecipare anche i minorenni (che abbiano compiuto 16 anni alla data del 3 marzo 2019), gli studenti, i lavoratori e i cittadini temporaneamente fuori sede (ovvero fuori dalla loro Regione di residenza) e i cittadini non italiani comunitari ed extracomunitari. Nel territorio cremasco verrà allestito un seggio apposito per garantire il regolare esercizio di voto a queste categorie speciali.

Per poter partecipare alle primarie del 3 marzo è però necessario che queste persone si registrino preventivamente, entro le ore 12,00 di sabato 23 febbraio, compilando la pre-registrazione al seguente link: https://partitodemocratico.it/prei/

Congresso PD: i risultati delle assemblee degli iscritti nel territorio cremasco

Sono stati 291 i votanti che hanno preso parte alla prima fase del congresso nazionale del Partito Democratico nel territorio cremasco, riservata alla discussione delle mozioni congressuali e alle votazioni da parte dei soli iscritti. Per quanto riguarda i risultati la mozione collegata alla candidatura di Maurizio Martina ha ottenuto 155 voti (53,4%), Nicola Zingaretti 113 voti (39,0%), Roberto Giachetti 16 voti (5,5%), Francesco Boccia 4 voti (1,4%), Maria Saladino 2 voti (0,7%) e Dario Corallo 0 voti. Una sola scheda bianca nelle 14 assemblee di circolo organizzate nel circondario. Nella città di Crema si è assistito ad un perfetto pareggio tra Martina e Zingaretti con 31 preferenze a testa su un totale di 73 votanti.

Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 30 gennaio, quando si terrà la convenzione provinciale (Cremona – Palazzo Cittanova) per certificare i risultati a livello locale ed eleggere i cinque delegati cremonesi che parteciperanno alla convenzione nazionale del 2 febbraio. Le primarie per eleggere il segretario nazionale, tra i tre candidati che avranno ottenuto più voti nella convenzione nazionale, sono in programma per domenica 3 marzo 2019.

Ecco tutti i risultati delle assemblee di circolo nel territorio cremasco: RISULTATI Assemblee Cremasco 2019

Congresso PD: nel Cremasco 14 assemblee degli iscritti per discutere e votare le mozioni dei candidati alla segreteria nazionale

Il percorso congressuale del Partito Democratico è articolato in due parti: una prima fase dedicata alla discussione e alla votazione delle mozioni congressuali da parte dei soli iscritti e le primarie del 3 marzo 2019, dove iscritti ed elettori eleggeranno il segretario e l’assemblea nazionale. Alle primarie potranno però partecipare solamente i tre candidati che avranno ottenuto più voti nella convenzione nazionale, al termine della prima fase congressuale riservata gli iscritti. I candidati alla segreteria nazionale ai nastri di partenza sono (in ordine alfabetico): Francesco Boccia, Dario Corallo, Roberto Giachetti, Maurizio Martina, Maria Saladino e Nicola Zingaretti.

Nel mese di gennaio si svolgeranno quindi le assemblee nei circoli, dove gli iscritti potranno discutere le mozioni congressuali e selezionare i candidati per le primarie nazionali. Il 30 gennaio si terrà poi la convenzione provinciale per certificare i risultati a livello locale, seguita il 2 febbraio dalla convenzione nazionale.

Ecco le assemblee degli iscritti organizzate dai circoli nel territorio cremasco:

Assemblee
di Circolo
DataOraLuogo
Offanengo, Izano,
Madignano
Dom. 13 gennaio10,00Sede PD di Offanengo
(Via Cittadella)
Rivolta d’AddaLun. 14 gennaio21,00Sede PD di Rivolta
(Via Garibaldi)
Pandino, Dovera,
Palazzo Pign.
Mar. 15 gennaio21,00Sede PD di Pandino
(Via Milano)
Montodine, Capergn.
Credera, Moscazzano
Mer. 16 gennaio21,00Municipio di Montodine
(Piazza XV Aprile)
Bagnolo Cremasco,
Chieve
Ven. 18 gennaio20,30Sede PD di Bagnolo
(Via Canobio)
Romanengo, SalvirolaVen. 18 gennaio21,00Cooperativa (Sala Samarini)
di Romanengo (Via Gorla)
Spino d’AddaSab. 19 gennaio15,00Municipio di Spino
(Piazza XXV Aprile)
Sergnano, CamisanoSab. 19 gennaio16,30Sede PD di Sergnano
(Vicolo Giroletti)
CapralbaSab. 19 gennaio17,00Sede PD di Capralba
(Via Roma)
Pianengo, Cremosano,
Campagnola Cr.
Dom. 20 gennaio10,00Sede PD di Pianengo
(Via Nenni)
SoncinoDom. 20 gennaio10,00Ex Filanda di Soncino
(Via Cattaneo)
Vaiano CremascoDom. 20 gennaio10,00Sede PD di Vaiano
(Via Medaglie d’Argento)
Vailate, Agnadello,
Trescore Cr.
Lun. 21 gennaio21,00Municipio di Vailate
(Via Giani)
Crema CittàMer. 23 gennaio20,30Sede PD di Crema
(Via Bacchetta)

Tutte le informazioni sulle candidature e le mozioni congressuali sono disponibili sul sito internet: www.partitodemocratico.it

Auto elettriche nelle zone pedonali: Luciano Pizzetti interroga il ministro Toninelli

Luciano Pizzetti, deputato del Partito Democratico, ha presentato un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli in merito alla controversa novità inserita nella legge di stabilità, che consente l’accesso delle auto elettriche o ibride nelle ztl e nelle aree pedonali delle città italiane. Una prerogativa che è sempre stata lasciata ai regolamenti comunali e che i Comuni stessi vogliono mantenere, tant’è che attraverso l’Anci molti di essi hanno chiesto un incontro con il ministro per ridiscutere della norma.

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture:

– La L. 145/2018 (stabilità 2019) all’articolo 1 comma 103 prevede una modifica all’articolo 7 del codice della  strada,  di  cui  al  decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, con l’inserimento di un comma aggiuntivo;
– Suddetto comma stabilisce testualmente che : Nel delimitare le zone  di  cui  al  comma  9  i  comuni consentono, in ogni caso, l’accesso libero a tali zone ai  veicoli  a propulsione elettrica o ibrida;
– la richiamata previsione sta suscitando perplessità e preoccupazioni soprattutto da parte delle amministrazioni locali;
– i sindaci, tramite ANCI, con una lettera indirizzata al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, hanno manifestato la loro  preoccupazione  in merito a tale decisione;
– I Comuni in questi anni si sono mossi sulla base della necessità di ridurre le emissioni inquinanti e rafforzare la mobilità pubblica e ciclopedonale rispetto a quella automobilistica;
– negli anni scorsi sono stati compiuti enormi sforzi anche finanziari per la sostituzione dei mezzi pubblici inquinanti, per  investimenti in nuove infrastrutture di trasporto pubblico veloce nonché per l’incentivazione della mobilità dolce;
– la regolamentazione del traffico nei centri abitati è una prerogativa indiscussa dei Comuni, che con proprie deliberazioni provvedono a delimitare le aree pedonali e le zone a traffico limitato;
– E’ stato formalmente chiesto un incontro al Ministro per approfondire la problematica.
 
Si chiede pertanto di sapere se e quali iniziative il Ministro intenda assumere con la massima urgenza al fine di ripristinare l’autonomia regolamentare delle amministrazioni locali in tema di aree pedonali e zone a traffico limitato ribadendo il divieto di accesso nelle aree pedonali ai veicoli a motore non operanti per ragioni di servizio