Archivi tag: bilancio

Dona il 2×1000 al PD, scrivendo M20 nella dichiarazione dei redditi

Lo scorso anno oltre 600.000 persone hanno deciso di destinare il 2×1000 al Partito Democratico, un grande messaggio di fiducia per il quale diciamo ancora una volta grazie. Anche quest’anno è possibile donare il 2×1000 al PD, scrivendo M20 nello spazio dedicato della dichiarazione dei redditi e firmando accanto.

2x1000 dona con firma

L’operazione non costa nulla e resta invariata la possibilità di devolvere il 5×1000 e l’8×1000. Anche nel caso di 730 precompilato o se non si ha l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, puoi devolvere il 2×1000 al PD. Per informazioni puoi scrivere una mail a: raccoltafondi@partitodemocratico.it.

Spazi finanziari: oltre 11 milioni di euro per i Comuni della Provincia di Cremona

Più di 11 milioni di euro: a tanto ammontano gli spazi finanziari assegnati agli enti locali della nostra Provincia per il 2018. Lo rende noto la deputata PD Cinzia Fontana, spiegando che le somme riguardano la possibilità concessa ai Comuni virtuosi di utilizzare propri avanzi di amministrazione o di ricorrere a mutui per favorire ulteriori investimenti in opere pubbliche. Risorse che sarebbero altrimenti bloccate dai vincoli del pareggio di bilancio.

La deputata Fontana ha così commentato: “Governo e maggioranza hanno incrementato il limite complessivo degli spazi finanziari deciso lo scorso anno, portandolo ora a 900 milioni di euro e prolungando questa misura fino al 2023. La cifra totale assegnata ieri per il 2018 dal Ministero dell’economia a favore dei Comuni è così ripartita: 4 milioni per l’edilizia scolastica; 1,3 milioni per l’impiantistica sportiva; 6 milioni per altri interventi, ovvero messa in sicurezza del territorio, fronteggiare il rischio idrogeologico o sismico, recupero di immobili pubblici”.

Ecco l’elenco dei Comuni beneficiari di questa misura: Spazi finanziari – Provincia Cremona 2018

Emendamenti al bilancio regionale, Alloni (PD): “Quattro milioni per l’ex tribunale di Crema, un milione a Cremona per l’asta del Po, investimenti in mobilità sostenibile per Soresina e Casalasco”

E’ cominciata in Regione Lombardia la trattazione in Aula consiliare dell’ultimo bilancio regionale della legislatura. Oggi verranno presentati tutti gli emendamenti che saranno poi votati nella giornata di domani. Il Partito Democratico ha presentato 133 emendamenti, che sono circa la metà dei 264 complessivi. Oltre agli interventi richiesti sui ticket sanitari, dove chiede una riduzione netta secondo il criterio della progressività per reddito, sul trasporto pubblico e sulla spesa sociale, il Pd ha focalizzato la metà dei suoi emendamenti su tematiche specifiche territoriali.

Il consigliere Agostino Alloni illustrerà le richieste avanzate per il territorio della Provincia di Cremona.  “A Crema ho proposto – spiega il consigliere Alloni – il finanziamento per la ristrutturazione dell’ex Tribunale da destinare a centro servizi per l’Ospedale. Il comune aveva consentito di cedere in uso gratuito l’intero edificio e l’azienda ospedaliera (Asst) aveva già elaborato, la scorsa primavera, un progetto ben articolato. La richiesta di finanziamento regionale è di 4 milioni di euro”.

“Per il Casalasco – prosegue – abbiamo puntato sulla mobilità sostenibile: sulla direttrice ferroviaria Parma-Casalmaggiore-Piadena-Brescia, per il miglioramento complessivo della infrastruttura e l’elettrificazione della stessa linea che per 85 km funziona solo con i treni diesel. E qui diventa indispensabile un investimento, anche in relazione ai problemi causati dalla chiusura del Ponte sul fiume Po. Non esiste alcun progetto, neppure di massima, e nessun accordo tra Governo, Fs, Rfi e le due Regioni coinvolte. Chiedo, con il nostro emendamento, sottoscritto con il collega Marco Carra, di mettere a bilancio una cifra di 500 mila euro per realizzare un progetto definitivo che consenta di trovare le risorse necessarie per affrontare l’investimento infrastrutturale. Per Soresina ho proposto due emendamenti con la relativa richiesta di contributo: per la tangenziale cittadina, cominciata 5 anni fa, ma rimasta incompleta, un importo di 2 milioni e 500 mila euro; e 250 mila euro per la realizzazione della pista ciclabile da Soresina a Casalmorano”.

“Per Cremona – conclude Alloni – chiediamo un sostegno finanziario di 1 milione di euro per opere di riqualificazione dell’Asta del fiume Po, correlate alla costruzione della ciclabile ‘Vento’ che da Venezia dovrebbe arrivare a Torino passando, appunto, da Cremona. Lo strumento per ottenere la riqualificazione è quello del ‘Contratto di Fiume’ da sottoscrivere con Regione, le Province e i Comuni interessati”.

Il bilancio del Comune di Crema è sano: nessun debito e tante risorse per sociale ed investimenti

Per poter giudicare, bisogna conoscere. Per questa ragione, il sito internet personale del sindaco di Crema Stefania Bonaldi ha inaugurato la rubrica “lo sapevi che”: un appuntamento periodico di informazione sull’operato dell’attuale amministrazione comunale.

Il primo spunto di approfondimento riguarda il bilancio comunale del comune di Crema: entro la fine di gennaio l’amministrazione comunale approverà il bilancio 2017. Soprattutto negli ultimi anni molte città approvano il bilancio non prima di giugno. Un bilancio con un avanzo di cassa di 11 milioni di euro, di cui più di un milione bloccato per la scuola di CL. In un periodo di grande incertezza, rigidità elevata, limitazioni del patto di stabilità e fondi obbligati da accantonare, il bilancio del 2017 vede invariate le risorse per il sociale ed una serie di investimenti per la città. Chi “verrà dopo” troverà un bilancio sano, una riduzione dei mutui di 14 milioni e nessun debito.

Link: http://www.stefaniabonaldi.it/single-post/2017/01/07/Lo-sapevi-che-il-bilancio

Crema, bilancio comunale: meno tasse, più investimenti

Per la prima volta dal 2008 gli enti locali non subiranno tagli. Questo è uno degli aspetti più importanti della Legge di Stabilità approvata dal Governo Renzi. Ma non solo. I comuni potranno utilizzare eventuali avanzi di amministrazione e godere dei vantaggi con lo sblocco del patto di stabilità. Grazie a queste possibilità, l’amministrazione comunale di Crema, che proprio in questi giorni sta discutendo in consiglio comunale il Bilancio 2016, ha fatto alcune scelte molto concrete. Innanzitutto l’avanzo di amministrazione, pari a 1,7 milioni di euro, da destinare ai lavori e alle opere pubbliche. “Finalmente dopo anni di difficoltà, quest’anno possiamo respirare – commenta il sindaco Stefania Bonaldi – ed aprire un po’ di cantieri in città per dedicarci non solo a lavori di manutenzione, ma anche a nuove opere.”

Per il comune di Crema l’abolizione del patto di stabilità comporta un recupero di 861mila euro, mentre oltre all’abolizione della Tasi, sono previste anche agevolazioni per l’Imu per i terreni agricoli; imbullonati; comodato; canone concordato. Dal canto suo l’amministrazione comunale ha fatto alcune scelte molto concrete, partendo dall’estensione dell’esenzione dell’IRPEF (addizionale comunale) da 15mila a 18mila euro; l’azzeramento dell’IMU sugli immobili classificati nella categoria D3, teatri, cinematografi,sale per concerti e spettacoli e simili, destinati anche di fatto a tali attività e regolarmente funzionanti nel 2016 per un periodo di tre anni;sono previste agevolazioni per nuove attività produttive con una riduzione dell’IMU sugli immobili e la riduzione della Tari del 30%. Tutto questo tenendo invariate le tariffe e proseguendo nel mantenimento dei servizi e potenziamento di interventi di manutenzione ordinaria.

“Un bilancio che vuole abbassare le tasse – conclude  il sindaco Stefania Bonaldi –  andare incontro alle imprese e ai nuovi insediamenti, proseguire nel mantenimento dei servizi e della loro qualità, e il potenziamento di interventi di manutenzione e di opere pubbliche”.